Alexander Technique Awareness Week

Come ogni anno, la Society of the Teachers of the Alexander Technique dedica una settimana di ottobre alla promozione della Tecnica Alexander. Quest’anno si terrà dal 12 al 18. Ne scrivo perché, oltre al desiderio di spiegarvi di cosa si tratta, prenderò parte all’iniziativa offrendo delle lezioni introduttive gratuite.

“Enjoy free and effortless movement in any activity”, godi di liberi e agili movimenti in ogni attività, dice il motto di questa edizione. Sono frequenti le notizie riportate da molte pubblicazioni che rivelano i pericoli dello stare seduti troppo a lungo, ma anche dello stare in piedi troppo a lungo, del modo in cui maneggiamo i nostri smartphone e tablet in maniera scorretta. Come insegnanti di TA ci proponiamo di dare una risposta a questi avvertimenti: concentriamoci meno sull’azione specificamente incriminata e più semplicemente assicuriamoci che, qualsiasi cosa si faccia, la si stia facendo in modo da non mettere il corpo a rischio di infortuni.

La Tecnica Alexander è un metodo educativo con un approccio olistico che ci insegna a diventare consapevoli di abitudini fisiche e mentali dannose che possono causare stress, dolori e una moltitudine di altri disturbi quotidiani. Migliorando la postura e diventando consapevoli di come ci muoviamo – che si stia seduti a una scrivania, ci si alzi da una sedia o si corra una maratona – la TA ci insegna come disimparare le cattive abitudini e a riscoprire come usare la testa, il collo e la schiena in modo coordinato.

Acclamata da celebrità, personalità dello sport, musicisti e attori in tutto il mondo – Madonna, Dame Judy Dench, Lerry Henry e Roald Dahl, per citarne solo alcuni – è, come si diceva, un processo educativo più che una tecnica di rilassamento o una forma di esercizio, e sta qui la differenza.

La TA insegna come prevenire tensioni non necessaria nelle attività quotidiane, fisiche o mentali, per fermare lo sviluppo dei problemi sin dall’inizio della loro comparsa. Su un raggio più lungo si traduce in una riduzione nei dolori al collo causati dal modo in cui teniamo il telefono o nella scomparsa del mal di schiena causato dal tentativo di scrivere una relazione stando in piedi, siccome ci preoccupa la quantità di articoli che dicono che stiamo seduti per troppe ore.

Tutto sta nel raggiungere un equilibrio nelle attività, assicurandoci che qualsiasi cosa stiamo facendo la facciamo nel modo corretto. Non è una buona idea liberarsi della sedia del proprio ufficio preferendo una scrivania alta da utilizzare in piedi se poi passiamo la giornata in posizioni svantaggiose come quelle che assumevamo da seduti. Appoggiarsi a una scrivania alta portando tutto il nostro peso su una sola gamba è dannoso per il nostro benessere tanto quanto stare curvi davanti a un computer senza un corretto supporto per la schiena.

I principi della Tecnica Alexander possono essere applicati a qualsiasi cosa tu faccia, raccogliendo benefici sia nel breve che nel lungo periodo. Usare il tuo corpo in modo scorretto per anni può portare a problemi come mal di schiena, così come correre con una scarsa consapevolezza può portarti ad avere un infortunio prima di raggiungere la linea di partenza della prossima gara.

Il messaggio è chiaro: fai qualsiasi cosa con moderazione, varia e con qualsiasi mezzo interrompi alcune cattive abitudini e assicurati che qualsiasi cosa ti trovi a fare, hai la consapevolezza di come la stai facendo.

Contattami per prenotare la tua prova gratuita!

Andrea Bolzoni mSTAT

mail: alexander.rogoredo@gmail.com

tel: 328 9730108

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...